Spremiagrumi tradizionale ed economico

A volte è bello essere tradizionali in cucina. Nessun dispositivo elettronico che ronza e gira ma solo la tua forza muscolare, la tua creatività e ingredienti completamente naturali senza conservanti per fare una deliziosa e sana spremitura. Al giorno d’oggi, nell’era degli spremiagrumi centrifughi elettronici e di altri elettrodomestici da cucina elettronici per gestire ogni nostro bisogno, a volte ci viziamo. Ora non fraintendetemi, i miei apparecchi mi piacciono tanto quanto a chiunque altro. Se hai poco tempo e vuoi subito un po’ di succo fresco, gli spremiagrumi elettrici sono i migliori. Ma quello che si guadagna in velocità, si sacrifica in qualità ed efficienza. Questo significa che, in generale, gli spremiagrumi manuali sono in grado di estrarre più succo da frutta e verdura rispetto al tipico spremiagrumi elettrico, ma sono molto più lenti e richiedono un certo sforzo da parte vostra per estrarre il succo.

Economici

L’altro vantaggio degli spremiagrumi manuali è che sono molto più economici degli spremiagrumi elettrici e, naturalmente, non consumano energia, quindi non avrete una spesa aggiuntiva sulla bolletta elettrica. Uno spremiagrumi manuale è un ottimo strumento da avere in cucina, soprattutto se vi piace la spremuta fresca. Molte ricette richiedono un succo fresco e l’uso di uno spremiagrumi è un ottimo modo per ottenere quel succo. L’uso di uno spremiagrumi è più facile che spremere la frutta stessa ed estrarre più succo. Ecco alcune informazioni sui diversi tipi di spremiagrumi manuali.

In conclusione, gli spremiagrumi sono progettati esclusivamente per gli agrumi, come arance, pompelmi, limoni e lime. Non è possibile utilizzarli con altri tipi di frutta e verdura. Quindi, se siete principalmente alla ricerca di una tazza di succo di frutta fresca al mattino, allora uno spremiagrumi è la strada da seguire. Gli spremiagrumi manuali rientrano in due categorie di base.

Un tipo è solo un cono sul fondo in plastica o in acciaio inossidabile. Il cono non deve essere liscio; deve avere creste o protuberanze per aiutare a rompere le fibre del frutto e rilasciare più succo. Basta tagliare l’arancia a metà e spingerla verso il basso e girarla sul cono. È semplice e facile da usare e l’unico inconveniente è che bisogna metterci un po’ di muscoli.

Leggi anche: Quali sono le differenze fra un giradischi per vinile automatico ed uno manuale?